. . . . . . . .
. . .

.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano

8 dic 2010

Viaggiate in treno? Ecco i vostri diritti!

VIAGGI

Che viaggiare in treno significhi contribuire alla tutela dell'ambiente è ormai risaputo. Poco risaputo è invece che da circa un anno sono in vigore in tutta l'UE i nuovi diritti per i passeggeri del trasporto ferroviario.
Il Regolamento (CE) n. 1371/2007 prevede ad esempio per i casi di perdita o danni al bagaglio il diritto ad una compensazione (fino a ca. 1.285 Euro per ogni pezzo di bagaglio). Se a causa di un incidente ferroviario un passeggero rimane ferito o addirittura muore, la compagnia ferroviaria è tenuta ad un pagamento anticipato di almeno 21.000 Euro per passeggero, a copertura delle immediate necessità economiche. Per i disabili e le persone a mobilità ridotta il nuovo Regolamento prevede che debbano essere garantiti l'assistenza e l'accesso ai treni.
Particolarmente interessanti per tutti i passeggeri sono gli indennizzi previsti in caso di ritardo dei treni. La compensazione minima è del 25% del prezzo del biglietto per ritardi tra una e due ore e del 50% per un ritardo di due ore e oltre. Sono previste anche delle prestazioni d'assistenza, come l'offerta di un pasto o di bevande gratuite in caso di ritardo di almeno 60 minuti. Se a causa di un ritardo si rendesse necessario un pernottamento in una città, l'impresa ferroviaria deve offrire la sistemazione in un hotel nonché il trasporto tra la stazione e l'albergo.
Per ulteriori informazioni sui diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario i consumatori possono contattare il CEC di Bolzano (Tel.: 0471-980939, e-mail: info@euroconsumatori.org).


Fonte: edizione europea del Pronto Consumatore 




I
link più importanti per la tutela dei consumatori a livello
europe
o.