. . . . . . . .
. . .

.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano

1 gen 2015

UE per finanziare la revisione del codice del software libero

UE per finanziare la revisione del codice del software libero

Flattr thisSupporto FSFE
on: 2014/12/19
Il Parlamento europeo ha approvato il finanziamento di diversi progetti relativi al Software Libero e la privacy. Nel bilancio UE per il 2015 , che il Parlamento europeo ha adottato il 17 dicembre, i parlamentari hanno stanziato fino a un milione di euro per un progetto di revisione dei programmi di Software Libero in uso presso la Commissione e il Parlamento, al fine di identificare e risolvere le vulnerabilità di sicurezza.


Anche se queste istituzioni sono strettamente bloccati in formati di file non-free, gran parte della loro infrastruttura si basa su software libero.

"Questa è una decisione molto gradita", afferma il presidente della FSFE Karsten Gerloff. "Come la maggior parte degli enti pubblici, le istituzioni europee fanno molto affidamento sul Software Libero per le loro operazioni quotidiane. E 'bello vedere che il Parlamento e la Commissione investirà almeno un po' per migliorare la qualità ed i programmi che utilizzano. "
Direzione generale della Commissione europea per l'informatica (DIGIT) avrà il compito di attuare il pilota, che è stata presentata dai parlamentari Julia Reda (Pirates) e Max Andersson (Verdi). FSFE esorta la Commissione a lavorare a stretto contatto con gli sviluppatori upstream. La CE dovrebbe rendere i risultati del controllo pubblico il più presto possibile, e contribuire eventuali miglioramenti introduce in progetti upstream.

Il bilancio elenca inoltre un progetto per crittografare le comunicazioni tra le istituzioni europee, finanziato con 500.000 euro; e un pilota che utilizza il Software Libero e Open Standard per aiutare gli attori della società civile partecipano a legiferare, migliorando AT4AM, il software che usano i deputati di formazione degli atti, che il Parlamento ha pubblicato come Software Libero nel 2013 . Un altro progetto ha lo scopo di permettere l'europeo Commissione di rendere i documenti non classificati a disposizione del pubblico per impostazione predefinita.

"Nel loro insieme, questi progetti sono un primo passo verso il processo politico più trasparente in Europa", dice Gerloff. "Continueremo a lavorare con la Commissione e il Parlamento per aiutarli nel cammino di coinvolgere in modo più coerente ed efficace con la comunità del Software Libero."




I
link più importanti per la tutela dei consumatori a livello
europe
o.